Deposito per il catalogo

La raccolta delle linee cellulari e i vantaggi per chi deposita

L'analisi periodica della letteratura permette di individuare nuove linee cellulari di possibile interesse per la banca: l'autore viene poi invitato a depositare la linea presso la banca. Talvolta invece sono gli stessi originatori di una linea che si rivolgono alla banca per effettuare un deposito e usufruire così dei servizi di controllo di qualità e di deposito di sicurezza. Per depositare una linea è necessario compilare la scheda di deposito e inviarla alla banca, che provvederà ad organizzare il ritiro del materiale.
Compilando la scheda, il depositante
   
   - autorizza la Banca Biologica a preparare uno stock della linea cellulare, per la distribuzione alla comunità
     scientifica ad esclusivo uso di ricerca;
   - indica le eventuali restrizioni per la distribuzione;
   - prende atto dei vantaggi offerti dalla Banca Biologica a chi deposita:
            deposito di sicurezza della linea cellulare
            caratterizzazione e controllo di qualità della linea
            un campione congelato della linea depositata (o di un'altra linea in catalogo).

L'accesso delle linee cellulari alla Banca

Ad ogni linea viene assegnato un codice al momento dell'arrivo, e tutti i dati disponibili vengono inseriti nella banca dati. Ha quindi inizio il controllo di qualità, i cui risultati vanno ad aggiornare la banca dati. Durante questa fase la linea viene coltivata in una stanza di quarantena, riservata alle linee la cui sterilità non è ancora stata accertata. Quando i controlli sono terminati, la linea viene espansa, congelata e le informazioni vengono inserite nel catalogo e nella banca dati. Le informazioni relative alla linea, così come compariranno nel catalogo ICLC, vengono successivamente inviate al depositante per la verifica dei dati. A questo punto la linea viene inserita nel catalogo on-line e distribuita con le modalità concordate con il depositante.

La raccolta delle informazioni

L'originatore di una linea è ovviamente la persona che conosce più a fondo le caratteristiche della linea, la specie e il tessuto di origine, le sostanze secrete e i marcatori di superficie, le modalità di crescita e la potenziale pericolosità. E' compito della banca raccogliere, direttamente dall'originatore e dai dati pubblicati in letteratura, il maggior numero possibile di informazioni, e fornirle a chi richiede la linea. Sarebbe molto utile, anche se è un'operazione complessa, poter ottenere da chi utilizza la linea ulteriori informazioni. E' comunque necessario che la banca continui, anche dopo che una linea é stata depositata, ad aggiornarne la descrizione sulla base delle nuove conoscenze, per arricchire la banca dati e per fornire informazioni il più possibile affidabili, soprattutto in relazione alla sicurezza. Ad esempio, l'individuazione nella linea HeLa di sequenze di un virus del papilloma umano (HPV-18) rende necessarie per l'utilizzo della linea precauzioni che in precedenza non erano raccomandate.

La documentazione

La documentazione che una banca deve produrre e conservare per ogni linea riguarda tutte le operazioni relative alla linea: deposito (scheda di deposito, autorizzazione alla distribuzione), coltura (lotto del terreno, del siero, dei supplementi utilizzati, vitalità, passaggi, caratteristiche di crescita di ogni ampolla), controllo di qualità (test di sterilità dei terreni, test per il micoplasma, test isoenzimatico per la verifica della specie, fingerprinting ecc.), conservazione (vitalità al congelamento, numero di cellule per ampolla, localizzazione in azoto), distribuzione (numero di ampolle disponibili, scheda descrittiva e scheda di sicurezza, informazioni sugli utenti). Tutte le procedure dei controlli di qualità devono essere ben documentate, in ottemperanza alle regole della good laboratory practice.